lotta impari

babbo, lotta, cura, chemio, pisa, rima,

Ti riòrdo Forte e Fiero
mai nessun t’ha messo sotto
Prode e Nobile ‘ondottiero
il lavoro era ir tu’ motto.

‘Un sentivi la fatìa
trascinavi d’ugni ‘osa
a sta’ fermo, mamma mia,
te smaniàvi senza posa.

Avanti a tutto la Famiglia,
la tu’ moglie e du’ figlioli,
per fortuna ti s’assomiglia
‘un c’hai mai lasciati soli.

Ora che sei in penzione
‘un è ir tempo der riposo
come per maledizione
ir destino bussa esoso.

Manda un Killer infame e vigliacco
che lavora dreto le spalle,
lo ‘ombatti ma sei fiacco
e ti sei anco rotto le palle.

Vèsta guerra è personale,
non permette ir nostro aiuto,
Lotta, anche se fa tanto male,
come non hai mai provato.

La tu’ Grinta è per noi esemplare,
ir tu’ Soffri’ è per noi Dolore,
Forza, Forza, non mollare !
che ir domani sarà migliore.

Tvb Babbo. 
AC

lotta impariultima modifica: 2013-06-14T09:43:17+00:00da ir-cassisa
Reposta per primo quest’articolo

2 Responses

  1. rimario
    at |

    molto bella poesia

    1. Antonio
      at |

      Grazie

Leave a Reply

*